SANT’ANTONIO DI PADOVA

Il 13 Giugno ricorderemo la memoria di Sant’ Antonio da Padova, santo particolarmente caro alla nostra comunità e tradizionalmente associato alle celebrazioni nella Vecchia Pieve.

APPUNTAMENTI
LA STORIA DEL SANTO
LA SUPPLICA A S. ANTONIO

APPUNTAMENTI

Giovedì 10 GiugnoTriduo di S. Antonio

ore 8:00 e ore 18:00 – Ss. Messe in Chiesa arcipretale

Venerdì 11 GiugnoTriduo di S. Antonio

Solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù

ore 08:00 – S. Messa in Chiesa arcipretale

ore 20:30 – S. Messa alla Pieve

Sabato 12 GiugnoTriduo di S. Antonio

ore 08:00 – S. Messa in Chiesa arcipretale

ore 18:00 – S. Messa della Vigilia in Chiesa arcipretale

Domenica 13 Giugno – Festa di S. Antonio da Padova

ore 07:00 ALLA VECCHIA PIEVE – S. Messa con rito della benedizione del pane di S. Antonio

ore 08:00 – 09:45 – 11:00 IN CHIESA PARROCCHIALE – Ss. Messe con Supplica al Santo

ore 17:00 ALLA VECCHIA PIEVE – S. Messa solenne celebrata dal vicario don Matteo Bottesini. Durante la celebrazione si terranno la Supplica e la Benedizione esterna con la Reliquia del Santo

Durante la giornata del 13 Giugno la Pieve resterà aperta dalle ore 06:30 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle ore 18:30.


LA STORIA DEL SANTO

Sant’Antonio è stato sacerdote e dottore della chiesa vissuto tra il XII e il XII secolo d.C.   

Fernando (questo era il suo nome di battesimo) nacque a Lisbona in Portogallo. Divenuto sacerdote fra i canonici regolari di sant’Agostino, rimase affascinato dall’ideale francescano, per aver visto i corpi dei cinque primi martiri francescani del Marocco. Entrò nel convento di Coimbra, dove ricevette il nome di Antonio.
Aspirando al martirio, volle andare missionario tra gli islamiti del Nord-Africa; ma una malattia lo fece ritornare.  La nave, costretta dalla burrasca, dovette approdare in Sicilia. Antonio si mise allora percorrere l’Italia, predicandovi il vangelo. Nel 1221 partecipò al Capitolo generale alla Porziuncola, e vide Francesco. Predicò, con frutto di conversioni, contro gli eretici in Italia e in Francia, rivolgendosi al popolo.
La quaresima del 1231 segnò il vertice della sua predicazione. Stremato di forze, morì a 36 anni nel giugno seguente presso l’Arcella di Padova.

Fu il primo ad aver insegnato teologia tra i francescani. Nei suoi scritti e nelle prediche è tale la profusione di testi biblici, che Pio XII, nel 1946, lo onorò dei titolo di «Dottore evangelico».

Il culto in suo onore è tra i più popolari della storia, e prese l’avvio dalla canonizzazione avvenuta addirittura un anno dopo della sua morte.                            

Nella nostra Parrocchia il culto di S. Antonio è legato in modo del tutto speciale alla Chiesa Vecchia.


LA SUPPLICA A S. ANTONIO

Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2021