ANNO DEDICATO A SAN GIUSEPPE

L’8 dicembre 2020, giorno in cui ricorrono i 150 anni del Decreto Quemadmodum Deus, con il quale il Beato Pio IX dichiarò San Giuseppe Patrono della Chiesa Cattolica, Papa Francesco ha indetto un Anno speciale di San Giuseppe. “Al fine di perpetuare l’affidamento di tutta la Chiesa al potentissimo patrocinio del Custode di Gesù, Papa Francesco – si legge nel decreto del Vaticano pubblicato oggi – ha stabilito che, dalla data odierna, anniversario del Decreto di proclamazione nonché giorno sacro alla Beata Vergine Immacolata e Sposa del castissimo Giuseppe, fino all’8 dicembre 2021, sia celebrato uno speciale Anno di San Giuseppe”.

L’INDULGENZA PLENARIA

Per questa occasione è concessa l’Indulgenza plenaria ai fedeli che reciteranno “qualsivoglia orazione legittimamente approvata o atto di pietà in onore di San Giuseppe, specialmente nelle ricorrenze del 19 marzo e del 1° maggio, nella Festa della Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe, nella Domenica di San Giuseppe (secondo la tradizione bizantina), il 19 di ogni mese e ogni mercoledì, giorno dedicato alla memoria del Santo secondo la tradizione latina”

PREGHIERA DI INTERCESSIONE A SAN GIUSEPPE

Composta da Papa Francesco

O Dio che affidasti a San Giuseppe il compito di custodire Maria, Gesù e tutta la Chiesa,
fa che anch’io sappia uniformarmi alla Tua volontà con discrezione, umiltà e silenzio
e con una fedeltà totale anche quando non comprendo.

Fa che io sappia ascoltare la Tua voce, sappia leggere gli avvenimenti,
mi faccia guidare dalla Tua volontà e sappia prendere le decisioni più sagge.

Fa che io sappia corrispondere alla mia vocazione cristiana con disponibilità, con prontezza,
per custodire Cristo nella mia vita, nella vita degli altri e nel creato.

Fa che io, accompagnato da Gesù, Maria e Giuseppe, sappia custodire le persone che vivono con me
con costante attenzione a Te, ai Tuoi segni e al Tuo progetto.

Fa che io, con amore, sappia aver cura di ogni persona, cominciando dalla mia famiglia,
specialmente dei bambini, dei vecchi, di coloro che sono più fragili.

Fa che io sappia vivere con sincerità le amicizie, che sono un reciproco custodirsi nella confidenza,
nel rispetto e nel bene.

Fa che io sappia avere cura di me stesso, ricordando che l’odio, l’invidia, la superbia sporcano la vita.

Fa che io vigili sui miei sentimenti, sul mio cuore, da dove escono le intenzioni buone e cattive:
quelle che costruiscono e quelle che distruggono.

Che io non abbia paura della bontà e neanche della tenerezza!

A te mi affido AMEN

IL DECRETO UFFICIALE

Leggi il decreto ufficiale

LA LETTERA APOSTOLICA

Leggi la lettera Apostolica legata alla proclamazione dell’anno di San Giuseppe